Il fosforo nel terreno (importanza)


CONCIME CE
Fosfato naturale tenero
Anidride fosforica (P2O5) . . . . . . . . . . . . . 26%
IMPORTANTA DELL’ELEMENTO
Il fosforo (P) è uno degli elementi più importanti nel metabolismo delle piante in quanto rientra nella costituzione sia degli acidi nucleici (RNA e DNA) e dei fosfolipidi (che costituiscono le membrane cellulari), sia nel ruolo del metabolismo cellulare (ATP, GTP, NADPH ecc.). La necessità di fosforo nelle piante è proporzionale alle attività metaboliche; è maggiore nel periodo estivo, quando l’attività metabolica è più rilevante, ed inferiore in quello invernale, quando il metabolismo è al minimo.

Fosforite naturale per migliorare l'apparato radicale delle piante.

€7,90
CARATTERISTICHEMateriale di origine naturale, derivante da roccia sedimentaria di depositi di fosfati di calcio, formatisi in ambiente marino poco profondi e di zone costiere. Il fosforo presente è per lo più allo stato amorfo è conosciuto come collofane. L'apporto delle fosforite nel terreno, migliora lo sviluppo radicale, aumenta la consistenza dei tessuti ed incrementa le riserve energetiche delle piante, migliora la fioritura e l'allegagione. Il fosforo nella pianta ha funzioni plastiche ed energetiche poiché entra nella composizione degli acidi nucleici (DNA-RNA) e l'adenosintrifosfato (ATP), e proprio da questo processo che la pianta trae l'energia necessaria per svolgere le funzioni della fotosintesi clorofilliana. La sua carenza si manifesta con scarso sviluppo vegetativo dei germogli e delle radici, scarsa lignificazione, ritardo e scarsa fioritura e in alcune colture si verifica anche una precoce perdita di foglie.DOSI D'IMPIEGO:Colture fruttifere: 500-600 kg/ha.Distribuzione diretta: 400-600 g/pianta, alla fine dell'autunno.Ortive: 50-70 kg/1000 mq, distribuito alla preparazione del terrenoCumulo di compostaggio: 3 kg/mc

Confezione: astuccio da 900 g

Dettagli...